Blog

Elezioni Regionali: risultati

Pubblicato il 1 giugno 2015

Ecco i risultati nelle 7 regioni in cui si è votato domenica:

L’affluenza totale alle regionali è stata del 53,9%.

Questi i risultati regione per regione

Campania

Con il 41% dei voti ha vinto il candidato del CentroSinistra Vincenzo De Luca 

Stefano Caldoro – Forza Italia, Fratelli d’Italia, Popolari 38%

Valeria Ciarambino – Movimento 5 Stelle 17%

Salvatore Vozza – Sinistra al lavoro 2%

Marco Esposito – MO!Campania 0,6%

L’affluenza è stata del 51,92%

Liguria

Con il 34,44% dei voti ha vinto il candidato del Centrodestra Giovanni Toti (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi, Riformisti, Area popolare, Liberali)

Raffaella Paita – Centrosinistra (Partito Democratico, Liguri, Liguria Cambia) 27,84%

Alice Salvatore – Movimento 5 stelle 24,84%

Luca Pastorino – (Rete a Sinistra, Lista Pastorino) 9,41%

Enrico Musso – Liguria Libera 1,62%

Matteo Piccardi – Partito Comunista dei Lavoratori 0,78%

Antonio Bruno – Progetto Altra Liguria 0,73%

Mirella Batini – Fratellanza Donne 0,30%

L’affluenza è stata del 50,68%

Marche

Con il 41,07% dei voti ha vinto il candidato del centrosinistra Luca Ceriscioli

Gianni Maggi – MoVimento 5 Stelle 21,78%

Francesco Acquaroli – Fratelli d’Italia-An e Lega nord 18,98%

Gian Mario Spacca – Forza Italia 14,21%

Edoardo Mentrasti – Altre Marche-Sinistra 3,96%

L’affluenza è stata del 49.78%

Puglia

Con il 47% dei voti ha vinto il candidato del Centrosinistra Michele Emiliano 

Antonella Laricchia – MoVimento 5 Stelle 18,45%

Francesco Schittulli –Fratelli D’Italia, Area Popolare (NCD-UDC) 18,27%

Adriana Poli-Bortone (Forza Italia – Lega) 14,44%

Riccardo Rossi 1,02%

Gregorio Mariggiò 0,45%

Michele Rizzi – Alternativa Comunista 0,3%

L’Affluenza è stata del 51,15%

Toscana

Con il 48% dei voti ha vinto il candidato del Centrosinistra Enrico Rossi 

Claudio Borghi – Lega Nord-Fratelli d’Italia 20%

Giacomo Giannarelli – Movimento 5 Stelle 15%

Stefano Mugnai – Forza Italia 9,1%

Tommaso Fattori – SI (Sinistra Italiana) 6,3%

Gianni Lamioni –  Passione Toscana (Ncd e Udc) 1,3%

Gabriele Chiurli – Democrazia Diretta 0,3%

L’affluenza è stata del 48,3%

Umbria

Con il 42,78% dei voti ha vinto la candidata del Centrosinistra Catiuscia Marini  (Partito Democratico, Sinistra Ecologia Libertà, Socialisti Riformisti, Civica Popolare)

Claudio Ricci – centrodestra (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Umbria Popolare) 39,27%

Andrea Liberati – MoVimento 5 Stelle 14,30%

Michele Vechietti – L’Umbria per un’Altra Europa 1,56%

Simone Di Stefano – Sovranità prima gli italiani 0,65%

John De Paulis Amato – Alternativa Riformista 0,57%

Aurelio Fabiani – Partito Comunista dei Lavoratori 0,48%

Fulvio Carlo Maiorca – Forza Nuova 0,34%

Veneto

Con il 50% dei voti ha vinto il candidato del centrodestra Luca Zaia (Zaia, Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Indipendenza Noi Veneto)

Alessandra Moretti – centrosinistra (PD, Alessandra Moretti Presidente, Veneto Civico, Verdi Europei-SEL-Sinistra, Progetto Veneto Autonomo) 22.75%

Jacopo Berti – Movimento 5 Stelle 11,87%

Flavio Tosi –  Lista Tosi, NCD-UDC, Il Veneto del Fare, Partito Pensionati, Unione Nord Est, Veneto Stato-Razza Piave) 11,86%

Alessio Morosin – Indipendenza Veneta 2,51%

Laura Di Lucia Coletti – L’Altro Veneto 0,90%

L’affluenza è stata del 57,15%

 

 

 

 

 

 

 

 

Elezioni Regionali: affluenza ore 19

Pubblicato il 31 maggio 2015

In 7 regioni si sta votando per le elezioni regionali.

Questa l’affluenza alle urne alle ore 19 regione per regione:

  • In Campania l’affluenza è stata del 35,92%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 29,4%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Liguria l’affluenza è stata del 39,51%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 34,6%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • Nelle Marche l’affluenza è stata del 34,18%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 32,4%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Puglia l’affluenza è stata del 30,61%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 39,4%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Toscana l’affluenza è stata del 35,48%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 33,4%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Umbria l’affluenza è stata del 34,88%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 34,5%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Veneto l’affluenza è stata del 43,14%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 37,3%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)

Si vota nella sola giornata di oggi fino alle 23

Elezioni Regionali: affluenza ore 12

Pubblicato il 31 maggio 2015

In 7 regioni si sta votando per le elezioni regionali.

Questa l’affluenza alle urne alle ore 12 regione per regione:

  • In Campania l’affluenza è stata del 13,9%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 8,5%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Liguria l’affluenza è stata del 16,7%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 11,6%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • Nelle Marche l’affluenza è stata del 13,4%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 8,1%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Puglia l’affluenza è stata del 13,3%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 8,7%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Toscana l’affluenza è stata del 14,6%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 9%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Umbria l’affluenza è stata del 12,5%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 8,5%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)
  • In Veneto l’affluenza è stata del 17,7%. Alle ultime elezioni regionali del 2010, era stata del 10,9%  (si votava domenica fino alle ore 22 e lunedì fino alle 15)

Si vota nella sola giornata di oggi fino alle 23

 

Al voto!

Pubblicato il 31 maggio 2015

Oggi si vota per le elezioni comuali e regionali.

Si vota in 7 regioni (Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto) per eleggere il Presidente della Regione e rinnovare il Consiglio Regionale.

Si vota in 742 Comuni per eleggere i nuovi Sindaci e rinnovare i Consigli Comunali.

Si vota dalle 7 alle 23 sia per le regionali che per le comunali, ad eccezione dei Comuni della Sicilia in cui i seggi resteranno aperti oggi dalle 8 fino alle 22 e domani dalle ore 7 alle ore 15.

Subito dopo la chiusura delle operazioni di voto inizieranno le operazioni di scrutinio.

Nel caso di concomitante svolgimento di elezioni regionali e comunali, si darà precedenza allo spoglio delle schede per le elezioni regionali, mentre lo scrutinio per le elezioni comunali inizierà alle ore 14.00 di lunedì 1° giugno 2015.

In caso di ballotaggio per le elezioni amministrative e per le regionali in Toscana si voterà domenica 14 giugno dalle 7 alle 23.

Per tutti i dettagli: iovoto.mtv.it/elezioni-2015/

 

Regionali: i 17 “Impresentabili”

Pubblicato il 29 maggio 2015

La Commissione Antimafia ha diffuso oggi la lista dei cosiddetti “impresentabili” alle prossime elezioni regionali.

I 17 nomi appartengono alle regioni Campania (13) e Puglia (4), qui di seguito l’elenco:

Campania

Il candidato Presidente del Pd Vincenzo De LucaAntonio Ambrosio (Forza Italia), Luciano Passariello (Fratelli d’Italia), Sergio Nappi (Caldoro presidente), Fernando Errico (Ncd-Campania popolare), Alessandrina Lonardo (Forza Italia), Francesco Plaitano (Popolari per l’Italia), Antonio Scalzone (Popolari per l’Italia), Raffaele Viscardi (Popolari per l’Italia), Domenico Elefante (Centro democratico-Scelta civica), Biagio Iacolare (Udc), Carmela Grimaldi (Campania in rete) e Alberico Gambino (Meloni-Fratelli d’Italia-An).

Puglia

Fabio Ladisa (Popolari per Emiliano), Enzo Palmisamo (Movimento per Schittulli), Giovanni Copertino (Forza Italia) e Massimiliano Oggiano (Lista Oltre con Fitto)

Guida al voto

Pubblicato il 29 maggio 2015

Si vota domenica 31 maggio, i seggi resteranno aperti dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Ad eccezione dei comuni della Sicilia in cui si voterà domenica dalle 8 alle 22 e lunedì 1° giugno dalle 7 alle 15

Possono votare tutti coloro che hanno compiuto 18 anni entro il 31 maggio 2015.

L’elettore dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità valido e  la tessera elettorale. Chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza.

ELEZIONI REGIONALI

Si vota con una scheda di colore verde

Per votare si può:

  • Tracciare un segno sul nome del candidato presidente, senza votare le liste. In questo caso il voto è valido solo per l’elezione del presidente e non si estende a nessuna lista.
  • Votare una lista senza indicare alcun candidato. In tale caso il voto viene attribuito al candidato a presidente cui la lista scelta è collegata.
  • Esprimere la preferenza per un candidato consigliere scrivendo il nome e cognome, o anche solo il cognome del candidato consigliere, a lato del simbolo del partito d’appartenenza. (In Toscana, Umbria e Campania si può esprimere anche una seconda preferenza di genere diverso dalla prima).
  • Voto disgiunto: l’elettore ha la possibilità di votare per un candidato a presidente ed anche per una lista ad esso non collegata. (La modalità del voto disgiunto nonè prevista per le elezioni regionali dell’Umbria e delle Marche).

 

ELEZIONI COMUNALI

 

Si vota con una scheda di colore azzurro.

Le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei Comuni.

Nei Comuni fino a 15.000 abitanti l’elettore può tracciare un segno solo su un candidato sindaco, solo sulla lista collegata o anche su tutti e due. In ogni caso il voto sarà attribuito sia alla lista dei candidati consiglieri che al candidato sindaco.

Nei Comuni con più di 15.000 abitanti l’elettore può:

  • tracciare un segno su un candidato sindaco; in tal modo il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
  • tracciare un segno solo su una delle liste collegate a un candidato sindaco e anche sul candidato sindaco stesso; in entrambi i casi il voto sarà attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco;
  • oppure esprimere il voto disgiunto tracciando un segno su un candidato sindaco e un altro segno su una lista non collegata; in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco, che alla lista di candidati non collegata.

La preferenza si esprime scrivendo negli appositi spazi il cognome oppure, in caso di omonimia dei candidati consiglieri comunali della lista votata, il nome e cognome del candidato prescelto.

Nei Comuni fino a 5000 abitanti si può esprimere una sola preferenza.

Nei Comuni con più di 5000 abitanti si possono esprimere due preferenze; in questo caso devono essere di genere diverso (per una donna e per un uomo o viceversa); in caso contrario la seconda preferenza è annullata e resta valida solo la prima.

Elezioni comunali

Pubblicato il 27 maggio 2015

Domenica 31 maggio si vota in 742 Comuni per il rinnovo dei Consigli Comunali e l’elezione dei nuovi Sindaci.

17 sono capoluoghi di provincia: Lecco, Mantova, Venezia, Rovigo, Macerata, Arezzo, Fermo, Chieti, Andria, Matera, Trani, Vibo Valentia, Enna, Agrigento, Sanluri, Nuoro, Tempio Pausania.

Si vota dalle 7 alle 23. Nei comuni della Sicilia si vota domenica 31 maggio dalle 8 alle 22 e lunedi 1° giugno dalle 7 alle 15

Per gli eventuali ballottaggi si voterà domenica 14 giugno dalle 7 alle 23

Si vota con una scheda di colore azzurro.

Le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei Comuni.

Nei Comuni fino a 15.000 abitanti l’elettore può tracciare un segno solo su un candidato sindaco, solo sulla lista collegata o anche su tutti e due. In ogni caso il voto sarà attribuito sia alla lista dei candidati consiglieri che al candidato sindaco.

Nei Comuni con più di 15.000 abitanti l’elettore può:

  • tracciare un segno su un candidato sindaco; in tal modo il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
  • tracciare un segno solo su una delle liste collegate a un candidato sindaco e anche sul candidato sindaco stesso; in entrambi i casi il voto sarà attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco;
  • oppure esprimere il voto disgiunto tracciando un segno su un candidato sindaco e un altro segno su una lista non collegata; in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco, che alla lista di candidati non collegata.

La preferenza si esprime scrivendo negli appositi spazi il cognome oppure, in caso di omonimia dei candidati consiglieri comunali della lista votata, il nome e cognome del candidato prescelto.

Nei Comuni fino a 5000 abitanti si può esprimere una sola preferenza.

Nei Comuni con più di 5000 abitanti si possono esprimere due preferenze; in questo caso devono essere di genere diverso (per una donna e per un uomo o viceversa); in caso contrario la seconda preferenza è annullata e resta valida solo la prima.

 

Elezioni Regionali: Puglia

Pubblicato il 25 maggio 2015

Il 31 Maggio gli elettori dell’Umbria (oltre a Campania, Veneto, Liguria, Puglia, Toscana e Marche) saranno chiamati alle urne per le Elezioni Regionali 2015.


I CANDIDATI

Michele Emiliano – Centrosinistra – Ex Magistrato e per due volte Sindaco di Bari

www.micheleemiliano.it

 

Antonella Laricchia – MoVimento 5 Stelle – studentessa di Architettura, ha vinto le regionarie del MoVimento

www.antonellalaricchia.it

 

Francesco Schittulli –Fratelli D’Italia, Area Popolare (NCD-UDC) ex presidente della Provincia di Bari

francescoschittulli.it

 

Adriana Poli-Bortone (Forza Italia – Lega) Ex Ministra dell’Agricoltura, ex sindaco di Lecce ed eletta diverse volte in Parlamento
facebook.com/adrianapolibortone

 

Michele Rizzi – Alternativa Comunista – lavoratore precario di un call center con una Laurea in Scienze Politiche all’Università di Bari

facebook.com/pages/Michele-Rizzi-Candidato-Presidente-Regione-Puglia-2015

 

Riccardo Rossi – L’Altra Puglia – consigliere comunale di Brindisi, impegnato nella battaglia contro le centrali a carbone ed in tantissime battaglie sui diritti civili, del lavoro e in difesa dell’ambiente e della salute.

 

laltrapuglia.it

 

Gregorio Mariggiò – Verdi – Componente del Consiglio Nazionale Federale dei Verdi e Co-Portavoce dei Verdi a Manduria

www.verdimanduria.it

 

COME SI VOTA

Si vota Domenica 31 Maggio dalle 7.00 alle 23.00.

Per votare è necessario presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale.

E’ possibile votare:

-          Tracciando il segno sulla lista, in questo caso il voto si estende anche al candidato Presidente collegato alla liata

-          Tracciando un segno sia sulla lista che sul nominativo del capolista o su uno dei contrassegni della lista regionale collegata alla lista provinciale votata

-          Traciare un segno sul candidato

-          E’ possibile esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno su una lista provinciale e un altro sul nominativo del capolista o sul contrassegno di una lista regionale non collegata alla lista provinciale votata.

 

Elezioni Regionali: Umbria

Pubblicato il 25 maggio 2015

Il 31 Maggio gli elettori dell’Umbria (oltre a Campania, Veneto, Liguria, Puglia, Toscana e Marche) saranno chiamati alle urne per le Elezioni Regionali 2015.


I CANDIDATI

Michele Vechietti – L’Umbria per un’Altra Europa – 34 anni, lavoratore precario, attivista ambientale e del mondo della cooperazione.

www.facebook.com/michele.vecchietti

 

Catiuscia Marini – centrosinistra (Partito Democratico, Sinistra Ecologia Libertà, Socialisti Riformisti, Civica Popolare) – Ex Sindaco di Todi, Eurodeputata, è l’attuale Presidente della Regione

www.catiusciamarini.it

 

Simone Di Stefano – Sovranità prima gli italiani – Vicepresidente di Casa Pound

facebook.com/distefanocasapound

 

Aurelio Fabiani – Partito Comunista dei Lavoratori – ha partecipato in prima persona a tutte le battaglie per la difesa dell’ambiente

Fulvio Carlo Maiorca – Forza Nuova – Avvocato

facebook.com/FulvioMaiorcapresidente

 

Claudio Ricci – centrodestra (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Umbria Popolare) – Ingegnere, Cavaliere della Repubblica Italiana, Commendatore della Repubblica di San Marino e Socio Onorario della SIOI (Società Italiana per le Nazioni Unite).

www.claudioricci.it

 

Andrea Liberati – MoVimento 5 Stelle – ha seguito la campagna in USA di Barack Obama, ha lavorato come funzionario e addetto stampa in Regione

www.liberatiumbria.it

 

Amato John De Paulis – Alternativa Riformista Biologo e Medico veterinario, è ecologista e animalista, impegnato in politiche riformiste e ambientali, di livello internazionale e nazionale.

www.alternativariformista.it

COME SI VOTA

Si vota Domenica 31 Maggio dalle 7.00 alle 23.00.

Per votare è necessario presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale.

Sono possibili 4 modalità di voto:

-          tracciare un segno sul rettangolo del candidato Presidente, in questo caso si esprime il voto per il candidato Presidente e il voto si estende alla coalizione di liste collegate

 

-          tracciare un segno nel rettangolo che contiente il simbolo della lista regionale, in questo caso si esprime un voto valido sia per la lista che per il candidato ad essa collegato

 

-          tracciare un segno sul rettangolo del candidato Presidente e sul simbolo di una delle liste collegate, in questo caso si esprime il voto per il candidato Presidente e per la lista collegata

 

-          scrivere il cognome o il cognome e nome di uno o due candidati di lista: comporta l’attribuzione della preferenza per i candidati ma esprime anche il voto a favore della lista e del candidato Presidente collegato

 

Si possono indicare fino ad un massimo di due preferenze, in questo caso i due candidati devono essere di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza

Non è ammesso il voto disgiunto

Elezioni Regionali: Toscana

Pubblicato il 24 maggio 2015

Il 31 Maggio la Toscana (oltre a Campania, Liguria, Marche, Puglia, Umbria e Veneto) sarà chiamata alle urne per le Elezioni Regionali 2015.

I CANDIDATI

Enrico Rossi –  PD: è il governatore uscente. Propone di aumentare lavoro e occupazione, ma salvaguardando il paesaggio e l’ambiente in quanto la toscana vive principalmente del settore lapideo e turistico, ed è importante far convivere entrambe le realtà.
www.toscanacisiamo.it

Claudio Borghi – Lega Nord-Fratelli d’Italia: è uno degli artefici della strada no-euro perseguita da Salvini. Si oppone ai tagli, all’aumento delle tasse e alla diminuzione del credito bancario che prevede nel futuro della Toscana in mano all’opposizione.
www.claudioborghi.com

Giacomo Giannarelli – Movimento 5 Stelle:  si candida come portavoce dei valori fondanti del M5S e promette di mettere in pratica i principi della condivisione, dell’orizzontalità e della trasparenza in ogni sua azione.
www.sistemaoperativom5s.beppegrillo.it/giacomo_giannarelli

Gianni Lamioni –  Passione Toscana (Ncd e Udc): si candida separatamente da Lega Nord e Forza Italia. E’ imprenditore e Presidente di Unioncamere di Grosseto.
twitter.com/giovannilamioni 

Tommaso Fattori – SI (Sinistra Italiana): candidato della sinistra, ma contro il PD. Fonda la sua politica sulla partecipazione.
www.tommasofattori.it

Stefano Mugnai – Forza Italia: consigliere regionale uscente, si è sempre speso per la sanità.
www.facebook.com/stefanomugnaipdl 

Gabriele Chiurli – Democrazia Diretta: consigliere regionali e fondatore del movimento Democrazia Diretta

 

COME SI VOTA

Si vota Domenica 31 Maggio dalle 7.00 alle 23.00

Si va al ballottaggio se nessun candidato raggiunge il 40% di voti validi al primo turno.

I nomi dei candidati sono riportati sulla scheda con una casella a fianco: l’elettore deve soltanto segnare la casella corrispondente al candidato prescelto.

E’ possibile:

  • Votare un candidato Presidente ed una lista ad esso collegata.
  • Votare solo per uno dei candidati Presidente.
  • Votare solo una lista: in tal caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato Presidente ad essa collegato.
  • Esprimere un voto disgiunto, ossia votare per un candidato Presidente e per una lista ad esso non collegata.

Si possono indicare fino a due preferenze purché siano di genere diverso.

Sul sito della Regione Toscana trovate informazioni più dettagliate, il tutorial e il depliant informativo di guida al voto.

www.regione.toscana.it