Confermato: niente voto agli erasmus

Pubblicato il 21 gennaio 2013

AGGIORNAMENTO:

Alla fine, nulla di fatto. Il Consiglio dei Ministri ha rilasciato questo comunicato dove si annuncia che gli studenti impegnati in ERASMUM dovranno per forza tornare in Italia se vorranno votare nelle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio:

“La discussione ha posto in evidenza delle difficoltà insuperabili: anzitutto di tempo e di praticabilità e, soprattutto, di costituzionalità nel selezionare unicamente gli studenti Erasmus, escludendo tutti gli altri soggetti che si trovano all’estero per ragioni di studio, ma senza una borsa Erasmus, come nuova categoria di elettori temporanei”.

“La discrezionalità di scelta che eserciterebbe il Consiglio con questa decisione – si rileva ancora – contrasta con i principi di partecipazione democratica, eguaglianza ed effettività del diritto di voto previsti dalla Costituzione”. Il Consiglio dei ministri di oggi “ha auspicato che la prossima riforma elettorale tenga in debita considerazione le esigenze dei giovani temporaneamente all’estero per ragioni di studio e di lavoro”.

______________________

La questione era esplosa qualche giorno fa: gli studenti Erasmus sono in protesta perché non verrà loro consentito di votare dall’estero. Se vorranno votare nelle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, dovranno tornare in Italia.

Dopo che in Italia si sta valutando la costituzionalità del dare il voto ai non iscritti all’Aire (l’anagrafe della popolazione italiana residente all’estero, di cui non possono far parte gli studenti Erasmus) e la possibilità di un eventuale decreto speciale, arriva il sostegno, almeno a parole, da parte dell’Unione Europea.

Dennis Abbott, portavoce della Commissione europea, ha dichiarato: “Gli studenti dovrebbero essere trattati esattamente come i soldati in missione e gli insegnanti all’estero. Non vogliamo criticare le regole italiane, ma gli studenti all’estero non dovrebbero essere svantaggiati e la loro mobilità non deve essere disincentivata”.

Ti terremo aggiornato con gli sviluppi di questa storia.