Referendum – Domenica 17 Aprile

Pubblicato il 18 marzo 2016

Domenica 17 aprile si terrà il referendum abrogativo sulle trivellazioni in mare.

Il quesito a cui si dovrà rispondere con un SI o con un NO sarà questo:

«Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto  legislativo  3  aprile  2006,  n.  152,  “Norme  in  materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la  formazione  del  bilancio annuale e  pluriennale  dello  Stato  (legge  di  stabilita’  2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile  del giacimento,  nel  rispetto  degli  standard   di   sicurezza   e  di salvaguardia ambientale”?».

Che cosa significa?

La richiesta del referendum è di cancellare l’articolo di legge che permette le trivellazioni entro le 12 miglia di costa fino a quando il giacimento è in vita. Oltre le 12 miglia è già in vigore il divieto di avviare attività di trivellazione.

 

Se vince il SI verrà reso nullo l’articolo di legge e quindi scadranno le concessioni per le trivellazioni entro le 12 miglia di costa allo scadere dei contratti. In caso di vincita del NO rimarrebbe tutto com’è e le attività petrolifere in corso potranno proseguire fino a scadenza. In seguito sarà possibile per le compagnie presentare una richiesta per il prolungamento dell’attività, che verrà autorizzata sulla base di una valutazione di impatto ambientale.

 

Si vota domenica 17 aprile dalle 7 alle 23. Per votare è necessario presentarsi al seggio con un documento d’identità valido e la tessera elettorale.

Lo scrutinio inizierà dopo la chiusura dei seggi.

Il referendum per essere valido dovrà andare a votare il 50% più uno degli aventi diritto.

 

 

www.interno.gov.it