Parlamento Europeo: e ora?

Pubblicato il 28 maggio 2014

Le votazioni per le elezioni europee si sono concluse, ma che cosa succede ora?

Risultati elezioni

I seggi del nuovo Parlamento Europeo saranno distribuiti così:

213 PPE (Gruppo del Partito Popolare Europeo)

189 S&D (Gruppo dell’Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo

64 ADLE (Alleanza dei Democratici e Liberali per l’Europa)

52 Verdi/ALE (I Verdi/Alleanza libera europea)

46 ECR (Conservatori e Riformisti Europei)

42 GUE/NGL Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica

41 NI Non iscritti (Membri non apparentati ad alcun gruppo politico)

38 EFD (Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia)

66 Altri Neoeletti senza appartenenza a un gruppo politico del Parlamento uscente

Questi sono i prossimi passi che verranno effettuati:

Elezione del Presidente del Parlamento Europeo

Il Presidente del Parlamento Europeo viene eletto per un periodo rinnovabile di due anni e mezzo, coordina le attività del Parlamento, presiede le sedute e rappresenta il Parlamento Europeo nei rapporti con gli altri Paesi e le altre istituzioni europee. La sua elezione, determinata dalla maggioranza assoluta, avviene tramite voto a scrutino segreto. Se dopo 3 scrutini non viene eletto, il quarto scrutino viene limitato ai due membri del Parlamento che hanno ottenuto il maggior numero di voti durante il terzo scrutinio.

14 sono i vicepresidenti che devono essere eletti e che possono sostituire il Presidente in caso di assenza.

I Gruppi politici

All’interno del Parlamento Europeo i deputati si possono organizzare in gruppi secondo affinità politiche e non nazionali. Un gruppo è composto da almeno 25 eurodeputati. I gruppi politici devono formarsi prima della prima seduta del PE, prevista per il primo luglio.

La Commissione europea

La Commissione europea è l’organo esecutivo dell’Unione Europea che propone al Parlamento Europeo e al Consiglio dell’Unione europea la legislazione da adottare. E’ composta da un delegato per Stato membro.

Per eleggere il nuovo Presidente della Commissione, che succederà a Josè Manuel Barroso, il Presidente del Consiglio Europeo (il Consiglio dei Ministri Europei, composto da un rappresentante di ciascuno Stato membro) consulterà il Parlamento Europeo su un possibile candidato alla Presidenza della Commissione. A seguito delle consultazioni, il Presidente del Consiglio proporrà un candidato al Consiglio Europeo, chevoterà. Successivamente avverrà l’elezione del candidato da parte del Parlamento Europeo con una maggioranza di almeno 376 membri.

 http://www.elections2014.eu/it

iovoto.mtv.it/