Matteo Renzi boccia la candidatura di Monti

Pubblicato il 8 gennaio 2013

Dopo aver perso al ballottaggio delle Primarie del PD di novembre, Matteo Renzi ha lasciato la campagna elettorale per tornare a fare il Sindaco di Firenze a tempo pieno.

Da tempo però in molti aspettavano un suo commento sulla decisione di Mario Monti di candidarsi alle elezioni.

E stamani Renzi ha deciso di parlare e ironizzare sulla scelta dell’ex Primo Ministro: “Non sapevo che a Monti piacesse la fantascienza. Perché pensare di innovare la politica con Casini e Fini è come circumnavigare Capo Horn con il pedalò”.

Dal ‘Rottamatore’ era difficile aspettarsi una reazione entusiasta per le alleanze scelte da Monti, e rimane fedele al suo partito, il PD, e al leader Pier Luigi Bersani: “non ho fatto tutta questa battaglia per una poltrona”, e nega di volersi candidare al Parlamento o rendersi disponibile come ministro.

Negli occhi di Renzi il Centro Sinistra deve stare compatto, e per questo ha voluto ammonire il suo vecchio rivale delle primarie Nichi Vendola: “Vendola ha una grande responsabilità. Non può far crollare il centrosinistra, l’ha già fatto una volta. Conto sulla sua intelligenza personale. I cittadini devono scegliere tra Bersani e Berlusconi, non Vendola”.