Elezioni Regionali: Puglia

Pubblicato il 25 maggio 2015

Il 31 Maggio gli elettori dell’Umbria (oltre a Campania, Veneto, Liguria, Puglia, Toscana e Marche) saranno chiamati alle urne per le Elezioni Regionali 2015.


I CANDIDATI

Michele Emiliano – Centrosinistra – Ex Magistrato e per due volte Sindaco di Bari

www.micheleemiliano.it

 

Antonella Laricchia – MoVimento 5 Stelle – studentessa di Architettura, ha vinto le regionarie del MoVimento

www.antonellalaricchia.it

 

Francesco Schittulli –Fratelli D’Italia, Area Popolare (NCD-UDC) ex presidente della Provincia di Bari

francescoschittulli.it

 

Adriana Poli-Bortone (Forza Italia – Lega) Ex Ministra dell’Agricoltura, ex sindaco di Lecce ed eletta diverse volte in Parlamento
facebook.com/adrianapolibortone

 

Michele Rizzi – Alternativa Comunista – lavoratore precario di un call center con una Laurea in Scienze Politiche all’Università di Bari

facebook.com/pages/Michele-Rizzi-Candidato-Presidente-Regione-Puglia-2015

 

Riccardo Rossi – L’Altra Puglia – consigliere comunale di Brindisi, impegnato nella battaglia contro le centrali a carbone ed in tantissime battaglie sui diritti civili, del lavoro e in difesa dell’ambiente e della salute.

 

laltrapuglia.it

 

Gregorio Mariggiò – Verdi – Componente del Consiglio Nazionale Federale dei Verdi e Co-Portavoce dei Verdi a Manduria

www.verdimanduria.it

 

COME SI VOTA

Si vota Domenica 31 Maggio dalle 7.00 alle 23.00.

Per votare è necessario presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale.

E’ possibile votare:

-          Tracciando il segno sulla lista, in questo caso il voto si estende anche al candidato Presidente collegato alla liata

-          Tracciando un segno sia sulla lista che sul nominativo del capolista o su uno dei contrassegni della lista regionale collegata alla lista provinciale votata

-          Traciare un segno sul candidato

-          E’ possibile esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno su una lista provinciale e un altro sul nominativo del capolista o sul contrassegno di una lista regionale non collegata alla lista provinciale votata.