Chi sarà il dodicesimo Presidente della Repubblica?

Pubblicato il 11 aprile 2013

Giovedì 18 aprile inizieranno le votazioni per le elezioni del prossimo Presidente della Repubblica. Il mandato di Giorgio Napolitano scade, infatti, il 14 maggio.

Il Capo dello Stato viene eletto a Camere riunite con il raggiungimento dei due terzi dei voti. All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato. L’elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta. Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino che abbia compiuto 50 anni d’età e che goda di diritti civili e politici.

 

Da parecchi giorni circolano i nomi dei possibili candidati e i partiti stanno cercando dei punti di convergenza per poter trovare un nome che possa rappresentare l’intera popolazione.

 

Tantissimi sono i nomi dei possibili candidati e i sondaggi online per capire quali sono le preferenze: tra i nomi emergono quelli di Romano Prodi (economista, per due volte Presidente del Consiglio), Stefano Rodotà (giurista e politico), Giuliano Amato (giurista, docente e due volte Presidente del Consiglio), Marcello Pera (filosofo e politico, Presidente del Senato nella XIV legislatura), Gustavo Zagrebelsky (giurista e giudice della Corte Costituzionale) ed Emma Bonino (politica, vicepresidente del Senato), ma non è detto che il nome del prossimo Capo dello Stato rientri tra queste ipotesi.

 

Oggi il MoVimento 5 Stelle ha aperto le votazioni online per la scelta del propio candidato, a cui potranno partecipare tutti coloro che si sono iscritti al MoVimento entro il 31 dicembre 2012.Fino alle 21 di oggi sarà possibile esprimere la propria preferenza e il 15 aprile sarà aperta la votazione per scegliere il candidato tra i dieci più votati nella prima votazione.

 

Il Presidente della Repubblica rimane in carica per 7 anni e rappresenta l’unità nazionale ed è garante della Costituzione.  Il suo è un ruolo trasversale che va oltre il mandato Parlamentare che i cittadini danno con le elezioni. Rappresenta tutta la popolazione e sta in carica per diverse legislature.

Chi vorresti come prossimo Capo dello Stato?