Berlusconi rimborsa l’IMU: dettagli e reazioni della “proposta shock”

Pubblicato il 4 febbraio 2013

“Nel primo Consiglio dei ministri delibereremo come risarcimento la restituzione dell’IMU pagata dai cittadini sulla prima casa”. A dirlo è stato Silvio Berlusconi domenica mattina dalla Fiera Milano City: questa la proposta shock di cui girava voce da parecchi giorni.

Ma da dove verrebbero presi i soldi per pagare questo enorme ‘risarcimento’ da 4 miliardi di euro? “Riducendo del 2% all’anno le spese dello stato, [...] e chiudendo l’accordo con la Svizzera per la tassazione delle attività finanziarie detenute in quel Paese dai cittadini italiani.”

Nell’eventuale governo di cui andrebbe a fare parte, Berlusconi attuerebbe queste promesse in quanto Ministro dell’Economia.

Le reazioni da parte degli altri candidati però non sono tardate ad arrivare: Mario Monti, Presidente del Consiglio uscente e ideatore dell’IMU, ha commentato così: “Se vogliamo è un voto di scambio, ma anche un tentativo simpatico di corruzione: io ti compro il voto con dei soldi e i soldi sono dei cittadini.”

Anche Pier Luigi Bersani, leader della coalizione di centro sinistra, ha parlato in merito alla proposta di Berlusconi: “si tratta di una promessa demagogica, infattibile poggiata su una copertura di bilancio fantasiosa e che strizza l’occhio agli evasori”.

Non da meno pure Antonio Ingroia di Rivoluzione Civile che tuona: “Berlusconi mente sapendo di mentire. Con questi ennesimi siparietti, degni del peggior commediante Berlusconi dimostra di essere sempre uguale a se stesso”.

E tu cosa ne pensi? Credi che questa proposta scuoterà la campagna elettorale? Facci sapere la tua opinione!