#partecipoperchè: diritti in cambio di doveri, e doveri in cambio di diritti.

Stilate un decalogo dei diritti e doveri dei giovani
Questo il decalogo di Alessiasens:
DIRITTI IN CAMBIO DI DOVERI, E DOVERI IN CAMBIO DI DIRITTI
Dal periodo delle grandi rivoluzioni, quella francese e americana, e più in generale dalla diffusione degli ideali illuministi, i cittadini hanno preso coscienza dei loro diritti e doveri.
Oggi ogni persona possiede dei diritti riconosciuti dallo stato e doveri da rispettare in cambio, ma parliamo più in generale di noi giovani.
Nell’anno 1993 la Società Italiana di Adolescentologia ha presentato alle nazioni, per la formale approvazione dall’Assemblea dell’ONU la DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEL GIOVANE.
In essa gli sono riconosciuti diritti come quello alle libertà fondamentali (di religione, pensiero, parola, informazione ecc.), il diritto alla salute, al lavoro e allo studio, e doveri come il rispetto della famiglia e delle istituzioni, e quello di promuovere, conservare e difendere le libertà.
Se mi dovessi trovare io a stilare un elenco dei diritti e doveri di noi ragazzi di certo mi baserei su questo documento e proporrei i seguenti.
Diritto alla libertà, di ogni genere (espressione, parola, pensiero ecc.).
Diritto alla vita e alla salute, parlando in particolare dei paesi meno sviluppati e in cui sono in corso guerre che coinvolgono anche chi non c’entra nulla.
Diritto alla felicità, a vivere in un paese che ci offra i mezzi per conseguirla.
Diritto allo studio, a ricevere cioè un’istruzione degna di questo nome, con insegnanti competenti e strutture adeguate.
Diritto al lavoro, a trovare un’occupazione che ci soddisfi e che ci permetta di mantenerci, cosa che in questo periodo è più unica che rara.
Dovere allo studio, che non è solo un diritto riconosciuto, ma deve anche implicare impegno e rispetto da parte nostra.
Dovere di rispettare tutte le istituzioni e la legge, il dovere di rispettare l’ambiente, il dovere di aiutare il prossimo e infine aggiungerei il dovere di diffondere idee, ideali e valori giusti alle nuove generazioni.
Il giusto elenco dei diritti e doveri, non solo di noi giovani ma in generale di tutti, si deve basare su un giusto equilibrio tra ciò che è dato e ciò che in cambio di deve dare.
Solo così si gettano le basi si una società solida.
http://ilquotidianoinclasse.ilsole24ore.com/